Pompa di Calore e Aria Condizionata

Ristrutturando questa casa ho avuto la possibilità di applicare alcuni principi di risparmio energetico, sostenibilità e energie rinnovabili nei quali ho sempre creduto.
Prima di tutto ho rinunciato al gas e ad ogni forma di combustione, imponendomi sugli artigiani abituati alla classica caldaia. La pompa di calore installata garantisce il riscaldamento delle camere e l’acqua calda sanitaria.

Durante i mesi estivi, lo stesso sistema fornisce aria condizionata; il calore sottratto all’interno, anziché essere espulso all’esterno come per un qualsiasi condizionatore, viene utilizzato dal sistema per mantenere in temperatura l’acqua calda per i rubinetti e le docce: in questo modo i consumi sono più bilanciati e gli sprechi sono notevolmente ridotti.

Fotovoltaico, doppio impianto idrico e isolamento termico

Anche la cucina è priva di combustioni. Il piano cottura a induzione è estremamente semplice da utilizzare e più sicuro in quanto viene, ovviamente, evitato il rischio di fughe di gas.
Ovviamente tutto ciò funziona grazie all’energia elettrica, i cui consumi sono però bilanciati dall’impianto fotovoltaico integrato al tetto.

Oltre a ciò, è stato installato un doppio circuito idrico grazie al quale nei wc scorre acqua non potabile proveniente dal pozzo in cortile.
Nei prossimi mesi verranno installate delle vasche per il recupero dell’acqua piovana che potranno essere collegate a questo sistema; nel frattempo sono comunque riuscito a ridurre i consumi di acqua potabile del 70%!

Il maggiore isolamento termico dei pavimenti e l’installazione di moderni infissi alle finestre completano il quadro.
Non si tratta di una casa passiva ma comunque è un grosso balzo in avanti verso l’indipendenza energetica delle case e verso il futuro.